Martedì 12 dicembre 2017 alle ore 18,00 presso le Mura del Valadier, in Via del Castello a Frascati, seminario di filosofia sul tema "un modello ideale europeo" condotto da Arnaldo Colasanti ed i ragazzi dell'Associazione AUGE - AUDIO



Primo appuntamento filosofico dei quindici minuti 2018, venerdì 26 gennaio ore 17.00 Fondo Ferroni in collaborazione con l'Associazione AUGE. Argomento trattato SPAZI ALIMENTARI: il tema ecosostenibile dell'alimentazione specie nel nodo complesso di produttività, ambiente e distribuzione delle risorse alimentari. Partecipanti all'incontro giovani universitari italiani dell'associazione AUGE e Arnaldo Colasanti. AUDIO



Secondo appuntamento dei Quindici Minuti Filosofici organizzato da Frascati Poesia con la partecipazione degli studenti di varie Università Italiane dell'Associazione AUGE. : "GLI SPAZI MIGRATORI", il tema preponderante della quotidianità migratoria di individui, comunità e popoli che rischiano la sparizione e, insieme, il nostro rifiuto all'accesso. L'incontro si è svolto VENERDI' 16 FEBBRAIO ORE 17,30, Fondo Librario G. Ferroni. AUDIO



La Fisica delle parole : libere riflessioni sull’energia trasmessa con le parole e sulle dinamiche della comunicazione (By Angelo Chiolle) “Figlio mio, stai sempre attento a quello che dici, perché le parole sono pietre”. Questa era la raccomandazione espressa da una madre ad un ragazzino di otto anni che le pietre spesso le tirava, scegliendole accuratamente fra quelle più leggere in grado di andare lontano con un tiro deciso e quelle pesanti che non andavano mai oltre il raggio visivo. Una cosa avevano in comune : se colpivano persone, cose od animali, facevano sempre gran danno .



Sabato 2 dicembre, presso l’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini in Frascati, si è svolta la cerimonia di premiazione della 57^ edizione del Premio Nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia con una sorprendente partecipazione di pubblico.



FILOSOFIA DELLA MEMORIA” - OMAGGIO AD ANTONIO SECCARECCIA Sabato 20 maggio, alle ore 18.00, presso il Teatro di Villa Sora, Via Tuscolana 5, due eventi di grande prestigio in stretta concomitanza: - Omaggio dei poeti italiani ad Antonio Seccareccia, nell’occasione dei vent’anni dalla scomparsa. Ricordi, letture, approfondimenti, un breve racconto video. Interventi di poeti e scrittori italiani come Sonia Gentili, Sabino Caronia, Arnaldo Colasanti, Andrea Caterini, Gabriella Sica, Alberto Toni, Domenico Adriano, Lidia Riviello.



Una scrittrice e poetessa analizza il Crepuscolarismo dal punto di vista sociologico e storico. AUDIO


L'analisi di uno storico sull'aspetto delicatissimo della sicurezza in rapporto alle potenzialità belliche dei potenziali nemici europei.


“Pensai a un mondo senza memoria, senza tempo; considerai la possibilità d’un linguaggio di verbi impersonali o d’indeclinabili epiteti. Così andarono morendo i giorni e coi giorni gli anni, ma qualcosa simile alla felicità accadde una mattina. Piovve, con lentezza possente…” Jorge Luis Borges – “L’Aleph” Questa felicità, di cui ci parla Borges, come condizione archetipica, questa lentezza possente di un’estetica del silenzio in cui i nomi non sono ancora stati assegnati è evocata dai monocromi bianchi di Gianfranco De Palos.



Vi sono parole intorno alle quali si possono dire cose sempre diverse, atteggiamenti e attitudini fondamentali, opzioni essenziali dello spettro delle possibilità umane. Parole cardine, intorno alle quali si possono far risplendere colori in maniera continuamente cangiante. Le parole sono importanti, ci avvertiva un saggio Nanni Moretti già diversi anni fa. Ne scelgo una, apparentemente lontana dal tema che ho scelto, che invece si dimostrerà - spero - essere la via più diretta per entrare davvero in argomento. Prendiamo la parola umiltà. La si può approcciare in innumerevoli modi.



Una scrittrice dalmata narra la storia dolorosa di una terra di confine attraverso una ricca e non troppo conosciuta letteratura di grande valore.



Nuova utopia profetica di una insurrezione poetica silenziosa


Quella di Gianfranco De Palos è un’arte di sintesi. Sintesi di tradizioni e dominante compositiva ed una trasposizione anche contrappuntistica di materie e materiali in un bilanciamento fra pittura e scultura, fra bidimensionalità e bassorilievo ed opereoggetto. Materia, forma, colore, segno dialogano liberamente e con levità giostrandosi un primato visivo ad assetti variabili e dai contrasti elementari ma forti.



Premio nazionale Frascati Poesia 2016 - Conduttrice la scrittrice e critico letterario Patrizia Pallotta


Premio nazionale Frascati Poesia 2016 - Conduttrice la scrittrice e critico letterario Patrizia Pallotta


Premio nazionale Frascati Poesia 2016 - Conduttrice la scrittrice e critico letterario Patrizia Pallotta


Il mito: storie affondate nella notte dei tempi. Leggende che parlano di personaggi, divini ed umani, che vivono  oltre tremila anni fa. La mitologia ha governato e influenzato ogni società antica presente su questo pianeta.   Costituiva la più antica espressione culturale del mondo, in ogni mito erano contenute delle verità eterne tramandate oralmente per lunghi secoli, che hanno contribuito a plasmare la coscienza   dell’unità spirituale di qualsiasi popolo.



Tre i poeti finalisti per la 56esima edizione del Premio Nazionale Frascati Poesia Antonio Seccareccia: Sonia Gentili con "Viaggio mentre morivo" (Nino Aragno), Annalisa Manstretta con "Gli ospiti delle stagioni" (ATì editore), Gino Scartaghiande con "Oggetto e circostanza" (Il Labirinto). Sonia Gentili (Stella, Salerno, 1970) insegna Letteratura Italiana (Sapienza Università di Roma) e collabora col quotidiano "Il Manifesto". Autrice di saggi, traduttrice, ha pubblicato le raccolte poetiche L'impero e la Gorgone (2007) e Parva naturalia (2012).



Una straordinaria riflessione sul potere del silenzio - AUDIO



Due pesi e due misure
I colpevoli, i mostri, i criminali, i terroristi sono sempre gli altri,
chi invece ha deportato gli schiavi,
sterminato gli indigeni,
saccheggiato le risorse dell'Africa,
raso al suolo intere città,
sganciato ordigni nucleari su avversari che avevano già chiesto la pace,
costruito muri per dividere nazioni,
cacciato i Palestinesi dalla propria terra,
condannato Istriani e Dalmati a un esilio perpetuo,


La vita cambia

non so perché

è il mistero di Dio

è il suo motivo

è il mio percorso

Sono piena d'oro

Sono piena di luce

M'irraggio e splendo di sole

La vita è viola

è Cuore

è Crocifisso

Tutto ciò che ci circonda

è pianeta

è terra

L'universo mi ama

questa è la mia potenza



In un pomeriggio di maggio piovoso

la madre ottuagenaria con occhi lacrimevoli

rivive volo mattutino della sua prima colomba

accompagnato dal canto degli uccellini

e da una folata di vento

verso un cielo senza orizzonte.

Alla figlia/sorella che ne porta il nome

mentre ascolta tremano carni

con la pietà giungono gocce di pianto

 



Pagine